top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreFrancesco Pagano

10 cose da non perdere alla Valletta

La Valletta è la capitale di Malta, una città fortificata,e ricca di tesori storici e culturali dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO . Un luogo unico, dove attraverso le su strade tortuose, è possibile fuggire in un passato ricco di storia segnato dall’Ordine dei Cavalieri di Malta. Ecco quali sono i 10 posti da non perdere!



#1 LA CONCATTEDRALE DI SAN GIOVANNI


Simbolo della storia di Malta, la con-cattedrale di San Giovanni fu realizzata per ordine del Gran Maestro dell’Ordine dei Cavalieri Jean L’Evesque de La Cassière, che la commissionò nel 1572 all’architetto Gerolamo Cassar per celebrare la resistenza di Malta al Grande Assedio dei turchi ottomani nel 1565.


Completata nel 1577, la concattedrale si trova nel cuore di Valletta e si caratterizza per una facciata austera, affiancata da due importanti torri campanarie, ma basta varcare la soglia di ingresso per ritrovarsi di fronte a un autentico trionfo del barocco. La navata centrale si sviluppa in 53 metri di lunghezza e 15 di larghezza con numerose cappelle laterali, ognuna delle quali dedicata alle nazionalità più rappresentate all’interno dell’Ordine dei Cavalieri: Italia e Francia detengono le due cappelle vicino all’altare.


Il pavimento della cattedrale è in marmo e consiste in targhe commemorative (cenotafi) che rappresentano 405 cavalieri dell’Ordine di Malta. La cattedrale e i suoi magnifici ornamenti barocchi ospitano anche una cripta con le tombe dei maestri che hanno segnato l’Ordine di Malta tra cui quelle di Philippe de Villiers de L’Isle-Adamn e Jean de Valette.


La con-cattedrale ospita, inoltre, alcune straordinarie opere d’arte tra le quali spiccano due tele di Caravaggio, il geniale e tormentato pittore italiano che trovò rifugio a Malta nel 1607 dopo la fuga rocambolesca da Roma a seguito dell’uccisione di un uomo.

.


#2 IL PALAZZO DEL GRAN MAESTRO E L’ARMERIA


Il Palazzo del Gran Maestro è stata la residenza ufficiale di 21 dei Gran Maestri dell’epoca dei Cavalieri. Il Palazzo del ha una pianta rettangolare e le sue dimensioni ( 97 metri di lunghezza e 83 metri di larghezza) lo rendono il più grande edificio di La Valletta in termini di superficie.

Oggi ospita il Palazzo del Governo e quindi gli uffici dell’attuale Presidente di Malta.

Solo alcune parti del palazzo sono aperte al pubblico, le Sale di Stato del Palazzo e l’Armeria del Palazzo.

Le Sale di Stato del Palazzo includono la Camera del Consiglio, la Sala da Pranzo di Stato e la Sala del Consiglio Supremo, o Sala del Trono. All'interno si trova anche la Sala dell’Ambasciatore, dove il Gran Maestro riceveva visitatori importanti e il Presidente di Malta continua a ricevere gli inviati stranieri e la Sala dei Paggi, usata in passato, dai 16 assistenti del Gran Maestro, e ora serve come sala conferenze. E per ultimo, ma non meno importante, la Camera degli Arazzi.

L’Armeria del Palazzo, si trova nelle antiche scuderie del palazzo e contiene circa 7.000 pezzi. Le armature che appartenevano ai cavalieri di alto rango e anche le armature dei loro cavalli, armature da parata, trofei di guerra, spade da cerimonia, cannoni, ecc. È una delle più grandi collezioni di armi e armature del mondo.


#3 UPPER BARRAKKA GARDEN E LOWER BARRAKKA GARDEN


La Valletta ha due giardini chiamati Barrakka Gardens. I Giardini di Barrakka Superiore (Upper Barrakka Gardens) all’ingresso della città e i Giardini di Barrakka Inferiore (Lower Barrakka Gardens). Entrambi i giardini sono gratuiti e pubblici e offrono una delle migliori viste della città. È il luogo ideale per osservare le 3 città: Vittoriosa (Birgu), Senglea (L-Isla) e Cospicua (Bormla).

Dai giardini dell’Alto Barrakka, soprannominato il Belvedere d’Italia, si può vedere Saluting Battery. La Batteria di Saluto si tiene ogni giorno a mezzogiorno e alle 16.00 sparano un colpo da uno dei cannoni. Una popolare attrazione turistica, è consigliabile arrivare presto per avere il sito migliore.

Il giardino della Bassa Barrakka (Lower Barrakka Garden) è più piccolo e più tranquillo. Si basa sul Bastione di San Cristoforo, che era uno dei luoghi preferiti dai cavalieri per osservare il Mar Mediterraneo e i velieri che si avvicinavano alle isole maltesi. Il campanile e la sua campana di Santa Maria suonano ogni giorno alle 12.00 e rendono omaggio a coloro che sono morti durante l’assedio di Malta nella seconda guerra mondiale.

Se avete intenzione di visitare le tre città di Malta dalla capitale, potete raggiungerle facilmente prendendo la barca attraverso il Grand Harbour.


#4 IL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI LA VALLETTA


Il Museo Archeologico di Valletta si trova in quello che un tempo era l’Auberge de Provence o Locanda della Lingua di Provenza. L’edificio attuale è stato completamente ricostruito nel XVIII secolo e non ha più l’aspetto della locanda originale.

L’interesse del museo archeologico risiede nelle sue collezioni dedicate al Neolitico, alla civiltà fenicia e all’età del bronzo.


#5 LA CHIESA DEL NAUFRAGIO DI SAN PAOLO


La Chiesa del naufragio di San Paolo è stata a lungo il più importante luogo di culto di Malta, in quanto la concattedrale di San Giovanni era in passato riservata esclusivamente ai cavalieri. La chiesa, costruita in stile barocco con colonne di marmo e placcate d’or, espone diversi capolavori, tra cui il Naufragio dell’Apostolo Paolo a Malta di Giuseppe Cali e la statua di legno di San Paolo. La statua di San Paolo è parte integrante della cultura e delle tradizioni maltesi. Gira solennemente per le strade di La Valletta nel giorno del patrono di San Paolo.

Si possono anche scoprire due acquisizioni donate da Papa Pio VII che oggi sono molto venerate. Si ritiene che uno sia un frammento dell’osso del polso di San Paolo e l’altro sia uno dei pilastri di marmo della tavola su cui l’apostolo fu decapitato.


#6 TEATRO MANOEL


E’ il teatro nazionale di Malta e sede dell’Orchestra Filarmonica Nazionale di Malta.Fu costruito nel 1731 ed è il terzo teatro più antico d’Europa. Dietro una facciata poco appariscente, c’è una traccia dell’Ordine di Malta. Una volta eliminata la minaccia ottomana, La Valletta ha gradualmente cambiato volto per diventare una città festosa e divertente. Il Teatro Manoel è uno dei primi edifici costruiti per rispondere a questa nuova esigenza di intrattenimento. Il teatro Manoël è ancora in attività, ora è possibile venire a visitare i palchi di legno decorati con foglia d’oro.


#7 IL FORTE SANT’ELMO E IL SUO MUSEO NAZIONALE DELLA GUERRA


Il Forte di Sant’Elmo e’stato il luogo di una delle più importanti battaglie del grande assedio del 1565 contro l’Impero Ottomano.

In origine la fortezza era a forma di stella ed era circondata da un semplice fossato, successivamente ampliato. Il forte è stata la prima barriera dell’Ordine di Malta contro l’arrivo delle navi ottomane. L’esercito ottomano ha impiegato 36 giorni e 60.000 colpi di cannone per sconfiggere un pugno di cavalieri trincerati. Una battaglia eroica che ha salvato il tempo prezioso dell’Ordine di Malta.

Le fortificazioni di La Valletta furono costruite dopo il grande assedio, rendendo il Forte Sant’Elmo uno degli edifici più antichi della città fortezza.

Il Museo Nazionale della Guerra, situato all'interno, descrive il ruolo svolto dal forte durante la seconda guerra mondiale.


#8 LA SACRA INFERMERIA


La Sacra Infermeria era originariamente un ospedale costruito nel 1574. L’Ordine di Malta ha una storia come ordine ospedaliero ereditata dall’Ordine di San Giovanni di Gerusalemme e la Sacra Infermeria fu eretta in risposta a una delle principali missioni dell’ordine: “servire i nostri signori malati”. A suo tempo, nel XVII secolo, era considerato uno degli stabilimenti più rinomati in Europa, soprattutto per la competenza dei suoi professionisti. Era sotto la responsabilità della lingua francese fino alla cacciata dell’ordine da parte di Napoleone.

Da allora è stato riabilitato per diventare il “Mediterranean Conference Centre” (MCC) che ospita una mostra, sale conferenze e un museo dedicato agli Ospedalieri.



#9 I GIARDINI DI HASTINGS


Gli Hastings Gardens sono un luogo chiave da visitare nella capitale di Malta e scoprire l’estensione delle fortificazioni di La Valletta.

I muri, alti 16 metri e larghi 6 metri, offrono una vista impressionante sul porto di Marsamxett e sui Forti Manoël e Tigné. Gli Hastings Gardens prendono il nome dal governatore Rawdon-Hastings, che fu governatore di Malta tra il 1824 e il 1826.


#10 REPUBLIC STREET


Republic Street è l’arteria principale della capitale di Malta che collega la Porta di La Valletta a Fort St. Il vostro tour di La Valletta vi porterà automaticamente lì. Inoltre, Republic Street è molto popolare per lo shopping e anche un museo all'aperto.

Tenete gli occhi aperti, perché ogni passo porta a un nuovo monumento. La Chiesa di Santa Barbara (soprannominata la Chiesa del Turista), la Chiesa di San Francesco d’Assisi, il Monumento della Piazza Grande, la Casa Rocca Piccola, ecc. sono solo alcuni dei tanti monumenti di Via della Repubblica.

Post recenti

Mostra tutti

コメント


bottom of page